I Collaterali, nobili e benefattori

Nuovo volume storico con l’Archoclub di Morrovalle
Interesse lo desta già il titolo: “Lasciti dotali alle zitelle misere, orfane e di buona fama”. La pratica del lascito testamentario alle giovani senza marito e senza mezzi, ma con una impeccabile condotta morale, fu avviata intorno al Cinquecento dalla famiglia Collaterali di Morrovalle, nobile dinastia da cui poi discese l’altro importante ceppo aristocratico dei Giustiniani-Bandini. All’usanza, adottata fino al Novecento dalle famiglie possidenti della zona, dedica un accurato approfondimento il nuovo volume pubblicato dall’Archeoclub d’Italia sezione di Morrovalle. Va ad arricchire la collana monografica di studi storici ed è stato curato dal dottor Piero Giustozzi, socio dell’Archeoclub stesso. La presentazione dell’opera è in programma per domenica 27 maggio alle ore 17,30 presso il Teatro comunale. Nella stessa occasione interverrà l’esperta d’arte Daniela Mosconi che descriverà il restauro del Castello di Lanciano, possedimento legato alla famiglia Collaterali.

Contenuto inserito il 15/05/2012
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità